VARESE

Varese City Guide Nove25
stay.png

PALACE GRAND HOTEL

I nonni lo chiamano ancora “Kursaal”.
Forse non è il migliore ma è certamente nel mito. Figlio di un’epoca in cui il turismo varesino prosperava ed offriva a milanesi e borghesia lombarda un approdo nel verde e deliziose gite nel fresco prealpino.
Il Palace Grand Hotel si staglia gigantesco nella prima collina della città con la sua straordinaria architettura liberty. Progettato nel 1911 dall’Architetto Sommaruga è un salto nel tempo che vale la pena fare almeno una volta nella vita. Romantico ed antico, di grande fascino. 

Varese City Guide Nove25
drink.png

ULTIMO

Ultimo di nome, primo per la qualità dei suoi cocktail. Qui puoi bere il miglior Old Fashioned di Varese. Un piccolo e grazioso cortile permette agli avventori, composti da un target eterogeneo, chiassoso ma educato, di consumare i drink all’aperto tra edere e vasi di fiori.
Da provare, tra gli altri, Whiskey Sour ed un ottimo Moskow Mule. 

Varese City Guide Nove25
eat.png

ALBERGO BOLOGNA

Locanda e soprattutto ristorante.
Se a Varese chiedete dove poter mangiare bene e ad un prezzo corretto vi manderanno qui. Attenzione agli antipasti, potrebbero chiudere la cena al suo solo inizio, soprattutto se vi servirete delle squisite salamelle crude e dei formaggi lasciati al tavolo in grandi vasi ricolmi d’olio. Il resto è ottimo, piatti della tradizione lombarda ma senza esagerare, servizio veloce. 

Varese City Guide Nove25
do.png

VILLA E COLLEZIONE PANZA

Uno dei musei d’arte contemporanea più importanti del mondo. Giungono dagli USA per questa dimora storica del ‘700, che conta di uno splendido parco, dove vengono organizzate mostre di altissimo livello e che espone la collezione d’arte raccolta negli anni da Giuseppe Panza. Luogo di bellezza infinita ora gestito dal Fondo Ambiente Italiano. Qui trovate opere magnifiche di Dan Flavin, James Turrell e Robert Irwin.

Varese City Guide Nove25
see.png

GIRARE FUORI PORTA

Per capire Varese occorre il tempo delle passeggiate appena fuori porta. In basso, scendendo mai ripidi ma mai a piedi a causa delle distanze comunque non brevi, il lago con la sua lunga piata ciclabile. In alto, meglio in bus, il Sacro Monte ed il Campo dei Fiori, per una vista romantica dei sette Laghi, visite culturali o anche solo per respirare il profumo dei boschi.


Product successfully added to your shopping cart
Quantity:
Total:
There are 0 items in your cart. There is 1 item in your cart.
Total products:
Total shipping:  To be determined
Total:
Continue shopping Proceed to checkout