BOLOGNA

Bologna City Guide Nove25
stay.png

GRAND HOTEL MAJESTIC GIA' BAGLIONI

Re e regine per una notte, a Bologna si può fare stucchi e marmo che accontentano i più sofisticati, cosa manca? Solo la carrozza appena fuori la Hall... Location in pieno centro ad un passo dalla storia, dormendo nella storia.

AEMILIA HOTEL BOLOGNA

Look minimal e di design con prezzo che ti consente anche di fare shopping anche da Tiger! A 250 metri dal centro storico comodo per godersi la storicità di Bologna.

Bologna City Guide Nove25
drink.png

RUGGINE

Ruggine è un rifugio nascosto in un piccolo vicolo nel cuore della città di Bologna. Tra le mura che, duecento anni fa, ospitavano un magazzino per calessi e, cento anni dopo, un’officina per biciclette, potrete farvi coccolare da un drink preparato ad arte dai nostri bar tender e dai manicaretti del nostro Chef. 

NU LOUNGE BAR

Nel dicembre del 2000 nasce il NU LOUNGE BAR.
Forti di esperienze nazionali ed internazionali i quattro soci creano nel centro di Bologna un Cocktail Bar dal respiro internazionale dove poter vivere un’esperienza unica.

Bologna City Guide Nove25
eat.png

RE SOLE BISTROT

Re Sole Bistrot propone agli ospiti un’accurata selezione di champagne e un menù che privilegia le crudità di pesce. Dal parigino Plateau Royal a base di coquillage con l’inserimento del King Crab dell’Alaska, degli scampi di fondale o del gambero blu di Caledonia, dell’aragosta, di Percebes, dei Carabineros, alla degustazione di numerose tipologie di ostriche (da quelle dell’Alta Normandia a quelle del sud della Lingua d’Oca) completano le proposte piatti caldi internazionali e creativi, rivisitati dallo chef di Re Sole Bistrot.

FOODIES BLOODY MARY BAR

Ai piaceri della tavola e del bere bene non rinunciano per principio. Le loro scelte sono orientate dalla qualità, sono disposti a spendere di più riconoscendo valore alla marca, alla genuinità e alla freschezza. Sono i foodies, appassionati consapevoli, motivati e interessati a ciò che riguarda il cibo e il buon convivio.

Bologna City Guide Nove25

do.png

IL MANICOMIO DI BOLOGNA: DAI SOTTERRANEI ALLA TORRETTA DELL'OROLOGIO

Di origine settecentesca, ma costruito su una precedente chiesa, oggi, l’ex Presidio Roncati è un importante centro polifunzionale dell’AUSL, con uffici, ambulatori e sale per corsi di aggiornamento e riunioni.
Potremo ammirarne l’estensione (davvero notevole) attraverso il cortile principale, le lapidi del corridoio, l’accesso al quadriportico, il cortile del pozzo, la sala delle Colonne, il gigantesco sotterraneo che fu adattato a rifugio antiaereo per civili durante la seconda guerra mondiale (all’interno vi sono molti oggetti, una carbonaia, scritte sibilline, vecchi camini), il terrazzone del primo piano, la sala del Frontone (nel Seicento era la facciata dell’edificio), il sottotetto (anche qui altre scritte) e infine, l’altana (molto intima con una vista mozzafiato sulle colline) che custodisce il meccanismo dell’orologio datato 1872, a circa 15 metri di altezza.

VILLA GANDOLFI PALLAVICINI

Alle porte del Pilastro, il quartiere più popolare e malandato (a livello architettonico) di Bologna, c'è un grande villa celata dagli alberi di un giardino abitato da fagiani selvatici e riccamente decorata all'interno da tempere su muro con scene di caccia che vi terranno con il naso all'insù per buona parte della vostra visita. La villa ha avuto nel corso dei secoli ospiti illustri come il giovane Wolfgang Amadeus Mozart, che durante il soggiorno italiano del 1770 si stava preparando all’esame di aggregazione alla prestigiosa Accademia Filarmonica di Bologna. Oggi la Villa è sede della Fondazione Alma Mater e può essere visitata gratuitamente.

MUSEO DI PALAZZO POGGI

Nel cuore del vivacissimo quartiere universitario bolognese, è uno dei maggiori musei storico-scientifici d'Italia, eppure uno dei meno conosciuti. Al suo interno ospita i laboratori e le collezioni dell'antico Istituto delle Scienze, la prima istituzione pubblica italiana dedicata alla ricerca e alla formazione scientifica. Le sale dell'ex Istituto, in cui si insegnavano nel Settecento materie come l’astronomia e l’anatomia, ospitano anche capolavori della pittura cinquecentesca in area padana, come i dipinti murali di Pellegrino Tibaldi, Prospero Fontana ed Ercole Procaccini.

Bologna City Guide Nove25

see.png

HOTEL CON SEGRETO

Sulla centralissima via Indipendenza si trova l'Hotel i Portici, che conserva al suo interno le vestigia di un antico teatro e di una ghiacciaia sotterranea. Il teatro Eden - che tra fine ‘800 e i primi del ‘900 era l’antico café chantant Eden Kursaal, il tempio del varietà bolognese in cui si esibivano le più famose vedette dell'epoca - è rimasto chiuso per decenni e riportato agli antichi splendori grazie al restauro dell'edificio che lo ospita, Palazzo Maccaferri. La conserva sotterranea, invece, faceva parte del complesso della Rocca di Galliera, una cittadella fortificata eretta 5 volte da papi e cardinali e 5 volte distrutta dai bolognesi. Dalla ghiacciaia, che oggi ospita un privè per cene galanti a lume di candela, si diramano numerosi cunicoli che vennero scavati e usati come rifugio privato durante la Seconda guerra mondiale.

IL GRAN TOUR DEL CIMITERO

La Certosa di Bologna, tra i cimiteri riconosciuti dal Consiglio d'Europa come itinerari fondamentali per il patrimonio culturale europeo. "Passeggiando in questi luoghi si ripercorre la storia di una città, di un Paese, sono libri di storia che raccontano la storia d'Europa, della sua architettura e dei monumenti". Già in passato la Certosa di Bologna, uno dei più imponenti e antichi cimiteri d'Italia, faceva parte delle tappe Gran Tour, il lungo viaggio nell’Europa continentale fatto dai ricchi giovani dell’aristocrazia europea a partire dal XVII secolo. È stata visitata da Byron, Dickens e Stendhal e ha ispirato i loro romanzi.


Product successfully added to your shopping cart
Quantity:
Total:
There are 0 items in your cart. There is 1 item in your cart.
Total products:
Total shipping:  To be determined
Total:
Continue shopping Proceed to checkout